Il carisma

S. Paolo della Croce, fortemente attratto dal Cristo Crocifisso, radunò compagni per vivere insieme e annunciare il Vangelo della Passione. Discernendo acutamente i mali del suo tempo, egli con insistenza proclamò quale efficacissimo rimedio la Passione di Gesù, la “più grande e stupenda opera del divino amore”. La Chiesa, riconoscendo nell’ispirazione di Paolo l’azione dello Spirito Santo, gli affidò la missione di annunciare il Vangelo della Passione con la vita e con l’apostolato. Poiché questa missione mantiene tutta la sua forza e attualità, noi siamo radunati in comunità apostoliche per attuarla.

Ci dedichiamo perciò con amore allo studio della Passione e Morte di Cristo e ci prepariamo ad annunciarla, in spirito di fede e di carità, non solo come avvenimento storico, ma come il grande “mistero” che continua oggi nella vita di tutti gli uomini. Proclamiamo che “Egli è risorto”. Conformandoci alle iniziative del Fondatore, presentiamo il nostro servizio per l’evangelizzazione del popolo per mezzo di missioni. Contribuiamo anche alla formazione di gruppi ecclesiali, alla santificazione del clero e dei consacrati mediante corsi qualificanti, come gli esercizi spirituali, la direzione spirituale, l’amministrazione del sacramento della riconciliazione. La Congregazione dei Passionisti conta, oggi, 22 province religiose, sparse in tutto il mondo. Svolge intensa opera missionaria in Bulgaria, Perù, Bolivia, Zaire, Tanzania, Indonesia, Svezia, Botswana, Giappone, Giamaica, Nuova Guinea, Filippine, Brasile, Paraguay, Honduras, Georgia, Alabama, India, Canada, Corea, Palestina.

Fin dai tempi del Fondatore, la spiritualità e il carisma della Passione ha entusiasmato e coinvolto molti laici e ha dato meravigliosi frutti di santità.

LA MEMORIA PASSIONIS (Dalle Costituzioni della Congregazione)

Cerchiamo l’unità della nostra vita e del nostro apostolato nella Passione di Gesù. Essa rivela la potenza di Dio che pervade il mondo, per distruggere il potere del male e costruire il Regno di Dio. Chiamati a condividere la vita e la missione di Colui che « spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo » , contempliamo Cristo con assidua preghiera. Egli nel dare la vita per noi, rivela l’amore che Dio porta agli uomini e la via che questi debbono percorrere per ascendere al Padre. Questa contemplazione ci rende sempre più capaci di manifestare il Suo amore e di aiutare gli altri a fare della vita un’offerta in Cristo al Padre. La nostra partecipazione alla Passione di Cristo, che è allo stesso tempo personale, comunitaria ed apostolica, è espressa con voto speciale. Con tale voto ci obblighiamo a promuovere la memoria del la Passione di Cristo con la parola e con le opere, per approfondire la consapevolezza del suo significato e del suo valore per ogni uomo e per la vita del mondo. Con questo vincolo la nostra Congregazione prende il suo posto nella Chiesa e si consacra a compiere la propria missione. Noi viviamo i consigli evangelici alla luce di questo voto e procuriamo di renderlo concreto nella vita di ogni giorno. In tal modo le nostre comunità diventano fermento di salvezza nella Chiesa e nel mondo e noi facciamo memoria della Passione di Cristo nell’oggi.

Ascolta: