L’inizio del noviziato passionista al Monte Argentario

“Mi hai chiamato, eccomi Signore!”. Sono state queste le parole che hanno dato inizio alla nostra bella esperienza di noviziato. Ci siamo preparati a questo momento con il digiuno e una veglia di preghiera, come suggerito dal Santo Padre Francesco la sera del 7 settembre. Questo ha permesso anche di sentirci in comunione con tutta la Chiesa invocando il dono della pace.

La sera dell’8 settembre 2013, memoria della Natività della Beata Vergine Maria, è stato per noi un momento di grande grazia e forte commozione. Ha presieduto la celebrazione eucaristica il padre provinciale della Presentazione, Fiorenzo Bordo, il quale ci ha consegnato le regole e costituzioni della nostra Congregazione, dando così inizio ufficiale al noviziato Ceb.

Fin da subito, grazie al nostro padre maestro, Carlo Scarongella, affiancato dal vicemaestro p. Cristiano Massimo Parisi, possiamo dire di sentirci un gruppo affiatato, nonostante la diversità di età e provenienza. I nostri nomi sono: confr. Salvatore, confr. Marino, confr. Davide, confr.Ippolito, confr. Giovanni, confr. Alberto e confr. Marcelo, quest’ultimo portoghese.

Stare qui sul Monte Argentario (GR), è per noi motivo di gioia poichè in questi luoghi si respira ancora forte la santità del nostro Padre Fondatore che volle proprio qui il primo ritiro della Congregazione Passionista. Dopo il postulato, nelle comunità di Bari e Manduria in cui abbiamo sperimentato un clima di vera fraternità che ci ha permesso di fare discernimento sulla nostra vocazione, siamo entusiasti di proseguire questo cammino di sequela a Cristo sulle orme di San Paolo della Croce.

Un ringraziamento tutto particolare va al nostro Superiore Provinciale Padre Cosimo Chianura, che fin da subito ci ha dato fiducia sostenendoci sempre con affetto paterno. Siamo consapevoli che il noviziato è un’esperienza forte di formazione, perciò chiediamo un forte sostegno con la preghiera, assicurando a tutti voi la nostra!

(Davide, Marino e Salvatore)